L’economia statunitense è in affanno:

 19 punti lo dimostrano

L'economia statunitense è in affanno: 19 punti lo dimostrano

Il blog Zero Hedge smentisce Obama e Federal Reserve: “La ripresa economica è un miraggio”

“Barack Obama e la Federal Reserve ci stanno mentendo. La ripresa economica è per lo più un miraggio”. Non ha dubbi il blog finanziario Zero Hedge, che dalle sue pagine espone i 19 punti “sorprendenti” attraverso i quali stabilisce che, nonostante le dichiarazioni della Casa Bianca sul recupero totale del settore finanziario statunitense, l’economia del paese è ancora in affanno, versa in uno stato “malato” e “incasinato”.

La crisi finanziaria del 2008, che ha avuto inizio negli Stati Uniti con il fallimento di Lehman Brothers e con il crollo del settore immobiliare, ha lasciato un’economia mondiale in recessione e i suoi effetti si fanno sentire ancora oggi.

Ecco i 19 fatti che dimostrano la debolezza dell’economia americana:

1. A causa dell’inflazione il reddito medio di una famiglia americana è ora inferiore dell’8% rispetto al 2007.

2. Il numero dei dipendenti che lavorano part-time è aumentato del 54%. Al contrario, i lavoratori a tempo pieno sono un milione in meno rispetto a prima della crisi.

3. Il part-time non è un’opzione scelta dai cittadini. Più di 7 milioni di americani che lavorano in questo modo desiderano  trovare un lavoro a tempo pieno.

4. La maggior parte dei posti di lavoro creati durante questo “recupero” sono pagati il 23% in meno rispetto a prima della crisi.

5. Il numero di disoccupati che non hanno più speranza di trovare un nuovo lavoro è raddoppiato rispetto ai dati del dicembre 2007.

6. All’inizio della crisi solo il 17% dei disoccupati non era in grado di trovare lavoro entro 6 mesi. Ora, questa cifra è superiore al 34%.

7. A causa della mancanza di posti di lavoro quasi la metà dei laureati dipendono dai loro genitori due anni dopo aver completato i loro studi.

8. Nello stato della California, un quarto della popolazione è povera, secondo dell’ufficio del Censimento.

9. Le condizioni di vita di una “tipica famiglia americana” sono ora il 36% peggiori di quanto lo fossero dieci anni fa, secondo il New York Times.

10. Aumenta la disuguaglianza. Così, nel 2007 una famiglia “media” nella lista delle top 5 era un 16% più ricca degli altri. Ora è al 24%.

11. Il numero di piccole imprese segna un minimo record.

12. Il 31% di tutti i prestiti USA per comprare una macchina sono ad alto rischio (subprime). Nel 2007 il settore immobiliare, che ha causato la crisi, ha subito la stessa situazione.

13. Il prezzo del costo del petrolio scisto bituminoso è di circa 85 dollari per barile. Il prezzo del petrolio sul mercato, che è già diminuito del 30%, potrebbe finire con il boom di questo tipo di petrolio negli Usa.

14. A parità di potere d’acquisto, la Cina ha già superato gli USA come la più grande economia del mondo.

15. Circa 49 milioni di americani non hanno la sicurezza alimentare.

16. Le quattro maggiori banche negli Stati Uniti costituiscono una quantità sproporzionata del rischio derivato del sistema finanziario.

17. I dirigenti della Federal Reserve hanno uno stipendio medio annuo di 246.500 dollari.

18. Nel 2014 il debito pubblico americano è aumentato di un trilione di dollari.

19. Le vacanze del presidente Obama e della sua famiglia sono costate circa 40 milioni di dollari.

Informazioni su totolemako

vecchio studente con curiosità nuove e infinite delusioni dalla stampa omologata Vedi tutti gli articoli di totolemako

One response to “L’economia statunitense è in affanno:

  • fausto

    Nel punto 7 rivedo con simpatia la proiezione di noi “bambocci” italiani. Il problema è che agli americani certe cose non si possono dire; potrebbero anche impallinarti.

    Comunque prima scendono dal podio e meglio sarà per tutti…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: