ESPORTARE LA DEMOCRAZIA? NO, LE POSATE!

 UN RIBELLE SIRIANO MANGIA IL CUORE A UN SOLDATO DI ASSAD

Le “primavere arabe” mettono appetito se in Siria, un capo jihadista dei ribelli si fa riprendere (VIDEO) mentre estrae e poi addenta il cuore di un soldato di Assad – Se “l’opposizione moderata” è questa, per l’Occidente, è meglio il dittatorello di Damasco… – –

1 – VIDEO DEL MILIZIANO DI HOMS CHE STRAPPA IL CUORE A UN SOLDATO SIRIANO
http://www.youtube.com/watch?v=QhsWFzb96ho&oref=http%3A%2F%2Fwww.youtube.com%2Fwatch%3Fv%3DQhsWFzb96ho&has_verified=1

2 – “MANGIATE COSÌ IL CUORE DEI SOLDATI DI ASSAD”
Fabio Scuto per “la Repubblica”

ABU SAKKAR COMANDANTE RIBELLE DI HOMS MANGIA IL CUORE DI UN SOLDATO SIRIANOABU SAKKAR COMANDANTE RIBELLE DI HOMS MANGIA IL CUORE DI UN SOLDATO SIRIANO

L’antropofagia sul nemico non è una novità della guerra dei nostri giorni “moderni”, ma quella ferocia finale sul corpo del nemico si pensava ormai fosse scomparsa, consegnata ai manuali di antropologia. Invece ogni giorno il livello dell’orrore della guerra civile in Siria tocca nuove, terrificanti vette, alimentato dall’odio settario e dalle vendette. In un video postato su alcuni siti tunisini, si vede un miliziano sventrare con un coltello il cadavere di un giovane che indossa una divisa militare simile a quella dell’esercito lealista siriano, strapparne il cuore e addentarlo.

ABU SAKKAR COMANDANTE RIBELLE DI HOMS MANGIA IL CUORE DI UN SOLDATO SIRIANOABU SAKKAR COMANDANTE RIBELLE DI HOMS MANGIA IL CUORE DI UN SOLDATO SIRIANO

Sullo sfondo si intravede una città e, subito dietro il cadavere che si trova in una grande buca, sembrano esserci dei calcinacci. Quando il miliziano asporta il cuore e lo innalza, mostrandolo alla telecamera prima di addentarlo, qualcuno fuori campo grida “Allahu Akbar“.

ABU SAKKAR COMANDANTE RIBELLE DI HOMS MANGIA IL CUORE DI UN SOLDATO SIRIANOABU SAKKAR COMANDANTE RIBELLE DI HOMS MANGIA IL CUORE DI UN SOLDATO SIRIANO

Nel video, la cui attendibilità è ancora da confermare, gli osservatori di Human Rights Watch hanno riconosciuto un comandante ribelle – Abu Sakkar, uno dei fondatori della Brigata Farouk di Homs, noto anche a molti giornalisti stranieri – nel miliziano che armato di coltello compie quello scempio mentre mormora la sua maledizione: «Giuro su Dio che mangeremo i vostri cuori e i vostri fegati, voi soldati del cane Bashar (Assad)».

ABU SAKKAR COMANDANTE RIBELLE DI HOMS MANGIA IL CUORE DI UN SOLDATO SIRIANOABU SAKKAR COMANDANTE RIBELLE DI HOMS MANGIA IL CUORE DI UN SOLDATO SIRIANO

L’identità di Abu Sakkar è stata confermata a Human Rights Watch da fonti ribelli a Homs e da altre immagini nelle quali indossa la stessa giacca e porta gli stessi anelli sulle dita. Questo video è solo una goccia nell’orrore che da oltre due anni strazia la Siria: 80.000 morti accertati, 15mila dispersi, centinaia di migliaia di mutilati gravi, 4 milioni di sfollati senza assistenza, altri due milioni rifugiati nei Paesi confinanti, lacerati fra l’aiuto umanitario e la paura del contagio della guerra.

ABU SAKKAR COMANDANTE RIBELLE DI HOMS MANGIA IL CUORE DI UN SOLDATO SIRIANOABU SAKKAR COMANDANTE RIBELLE DI HOMS MANGIA IL CUORE DI UN SOLDATO SIRIANO

Mentre la crisi umanitaria si aggrava, gli Stati Uniti e la Gran Bretagna decidono di “aumentare la pressione” per defenestrare Assad. «Continueremo i nostri sforzi per aumentare la pressione sul regime, per fornire aiuti umanitari, per rafforzare l’opposizione moderata e a preparare la Siria a una democrazia senza Assad», ha dichiarato il presidente Usa, Barack Obama, incontrando la stampa al termine dell’incontro con il premier britannico, David Cameron, alla Casa Bianca. Armare i ribelli, che stanno ricevendo aiuti da Qatar e Arabia saudita, non è però una priorità per Obama che ha anche glissato sull’uso di armi chimiche, la “red line” che aveva intimato a Assad di non superare.

Annunci

Informazioni su totolemako

vecchio studente con curiosità nuove e infinite delusioni dalla stampa omologata Vedi tutti gli articoli di totolemako

One response to “ESPORTARE LA DEMOCRAZIA? NO, LE POSATE!

  • fausto

    Beh, niente che non sapessimo: è un dettaglio utile ma non impossibile da prevedere. Quando ascolto l’audio dei filmati girati da questi signori, e sento il loro tono di voce, non riesco a levarmi di mente il sospetto che siano imbottiti di droga. Le loro voci hanno qualcosa di strano, che mi insospettisce.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: