Insabbiamento fuori deserto

Come gli Stati Uniti hanno insabbiato il ruolo dei sauditi nell’11 settembre

Continua a leggere


MK

Il sistema di cartelli della Mafia Khazariana

Di Preston James
Nel 2014, il Presidente, Direttore e Senior Editor di Veterans Today ha rivelato per la prima volta che non esiste terrorismo spontaneo – sono solo violenza e guerre progettate dalla più grande organizzazione criminale del mondo.
image002-547x640
Mai prima nella storia ha un organizzazione criminale è diventata così grande, con portata globale e mai prima così potente e malvagia, specializzata nel frequente sterminio di massa di persone innocenti solo per aumentare il proprio potere e la propria ricchezza.
E’ stato Gordon Duff, Presidente di Veterans Today, che per primo ha discusso pubblicamente questa realtà sinistra in occasione della Conferenza di Damasco per combattere il terrorismo e l’estremismo religioso durante il suo discorso, nel dicembre del 2014.

Continua a leggere


Perdita di speranza

Il capitalismo che uccide ogni speranza

I suicidi negli Stati Uniti sono saliti ad un livello mai visto; in tutte le classi di età (salvo gli anziani); fra le donne specificamente la crescita è più improvvisa e rilevante.  Fra gli americani di mezza età, il cui tasso di suicidi era stabile o in discesa dagli anni ’50,  si nota ora una crescita sostanziale.

speranza no

Per le donne di mezza età (fra i 45 e i 64) rispetto al 1999, il balzo è stato del 64 per cento; per gli uomini della stessa classe d’età, del 43 per cento, comunque l’aumento più acuto fra gli uomini di tutte le fasce.

Continua a leggere


Semplicemente vergognoso

L’insostenibile arroganza di Kerry a Hiroshima

John Kerry a Hiroshima

Sono veramente indignato per quel ch’è accaduto il 10 aprile scorso a Hiroshima. Sono indignato per l’ipocrisia e l’arroganza del vicepresidente statunitense Kerry che in occasione del G7 ha visitato Hiroshima, ha riempito la sua giornata di generiche chiacchiere, ha promesso un mondo migliore che un giorno sarà privo di minaccia nucleare e tutto questo come base per un inopportuno e dissennato attacco alla Corea del Nord che non accetta il ricatto del “Trattato di Non Proliferazione” e dunque di un mondo nel quale la maggioranza delle nazioni sono condannate a vivere in condizioni d’inferiorità militari sotto l’eterna minaccia degli unici detentori legittimi della bomba. Che questa feroce arroganza si manifesti sotto l’ipocrita veste di un omaggio alle povere vittime di Hiroshima (almeno 340.000, non 140.000) com’è stato detto e anche di Nagasaki (almeno altre 74.000) è semplicemente vergognoso.

Continua a leggere


Non vi viene qualche dubbio?

Chi li ha resi così islamisti?

Articolo di Cesare Corda  – SakerItalia 3 aprile

12939624_1185970378080380_1794808645_n

Dunque il “Terrore” (sarà stato adeguatamente ricompensato colui che ha i diritti d’autore su questo indovinato slogan di marketing?) ha colpito ancora.

Gli attentati da un po’ di tempo si replicano tutti in fotocopia, seguendo fin nei minimi dettagli un format ormai collaudato. La standardizzazione degli eventi ne permette l’immediato riconoscimento e catalogazione da parte del pubblico, e l’esatta stima dell’impatto emotivo presso lo stesso, ma rischia di diventare ripetitiva.

Anche nel commentarli si rischia di ripetersi. Ma vale la pena di farlo ancora una volta.

Continua a leggere


Le “fughe” sui media

Documenti “accuratamente” trapelati: una forma d’arte della CIA

Wayne Madsen Strategic Culture Foundation 08/04/2016AP_43641905041-1125x635

La Central Intelligence Agency degli Stati Uniti, piuttosto che tentare d’impedire massicce fughe di documenti sensibili, compresi materiali governativi classificati degli Stati Uniti, ha capito che è molto più vantaggioso a “scegliere” determinate informazioni e diffonderle come “notizie importanti” verso media desiderosi e disposti a diffondere ciò che gli viene consegnato. È il caso dei cosiddetti “Panama Papers”. Un cosiddetto ente senza scopo di lucro, il Consorzio Internazionale dei Giornalisti Investigativi (ICIJ), sceglie con attenzione informazioni dalla presunta fuga di 11,5 milioni di documenti della società panamense Mossack Fonseca.

Continua a leggere


Inversione a U del Pentagono

401965426

Per il portavoce Peter Cook (ora) la Russia sta svolgendo un “ruolo di primaria importanza” nella lotta contro l’IS e per il raggiungimento di un cessate-il-fuoco in Siria. Ma questa non è stata l’unica inversione di marcia questo martedì a Washington D.C.

Continua a leggere


L’orso è tornato

La Siria e la Tigre di Carta

Anonimo, Syrian Perspective19155781. Con la caduta che appare imminente di Tadmur (Palmyra) fondamentalmente Raqqah e Dayr al-Zur rimangono nel non così importante oriente siriano. Ho letto da qualche altra parte che ormai il 90% dei siriani è sotto il governo, salvo alcune zone desertiche senza importanza “controllate” dallo SIIL (organizzazione della CIA) e alcune cittadine come Palmira e Raqqah.

Continua a leggere


Errore strategico

Hillary-Soros, la coppia demoniaca

Continua a leggere


Continuando la nuova guerra fredda

Russia e Cina vinceranno la nuova corsa agli armamenti

Continua a leggere


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.